Telefilm che passione – Shadowhunters

4

Iniziamo le recensioni per Storie Infinite con un telefilm poco pauroso ma molto demoniaco (o quasi): Shadowhunters.

Quel rosso è naturale?

C’era una volta una cara signora, di nome Cassandra. Questa signora aveva la testa piena di storie di demoni, angeli e vampiri, e un bel giorno le sue storie diventarono una saga di libri letti in tutto il mondo. Un altro bel giorno dei signori un po’ matti decisero di trasformare questi libri in una serie tv. E così ci siamo ritrovati un dramma adolescenziale tra Nephilim su Netflix. Santo cielo.

Risultati immagini per no maria gif

Shadowhunters è una serie urban fantasy ambientata nella New York dei giorni nostri. La protagonista è Clary, una normale diciottenne che scopre un intero mondo sotterraneo fatto di demoni, vampiri, licantropi e, soprattutto, Shadowhunters, cioè esseri in parte umani e in parte angeli incaricati di difendere l’umanità dalla minaccia demoniaca. In aggiunta a tutto ciò, Clary scopre di essere una Shadowhunter, sua madre viene rapita e la sua stanza data alle fiamme, mentre degli Shadowhunter cattivi le danno la caccia. Dulcis in fundo, incontra si scontra con il biondissimo Shadowhunter Jace, e da lì saran scintille.

Risultati immagini per jace clary meet gif

Poi Mirko finita la pioggia si incontra e si scontra con Licia e cosìììììììì

La serie è trasmessa dal canale Freeform (nuovo nome di ABC Family) e la prima stagione riunisce gli avvenimenti dei primi due libri della serie, Città di Ossa e Città di Cenere. Per il momento è l’unica disponibile, ma è già stato rilasciato il trailer della seconda stagione, che verrà rilasciata il 2 Gennaio 2017. Per inciso, due giorni prima del mio compleanno.

Va detto: come serie è molto da teenager. Dopo aver visto la prima puntata io e mia sorella ci siamo guardate in faccia e ci siamo dette: “E’ una cagata pazzesca.” “Significa che la continuiamo?” “Sì.”
Non brilla per la profondità della trama, nè per la recitazione dei protagonisti, anzi: Jace e Clary ti fanno venire voglia di tirargli un pugno ogni volta che aprono bocca, specialmente lei (Jace ogni tanto fa delle facce idiote, quindi un po’ si salva, ma lei è stupida proprio). Il resto del cast è nella media, senza nessuno in particolare che spicchi sopra gli altri. I personaggi in sè non sono male, Jace e Clary a parte: in particolare, ho apprezzato moltissimo Alec (che ho trovato molto più figo di Jace, va detto) e la sua evoluzione psicologica, dai suoi sentimenti repressi verso il suo migliore amico, a una migliore conoscenza di sè (passando per un nuovo amore e un quasi matrimonio -ooooops!).

Quant’è figo sto ragazzo..

Nel suo complesso…no, ragazzi, è una cagata pazzesca. Ci sono scene ai limiti dell’assurdo, giri di trama semi-incomprensibili, Clary che passa metà del tempo senza capire cosa sta succedendo (non è l’unica, per quanto mi riguarda), gente che si spoglia a random, effetti speciali imbarazzanti, cose che voi umani non potete neanche immaginare, per non parlare dei parabatai! Voi non potete capire, quanto possa essere ridicolo sentire ogni due per tre Alec e Jace che si chiamano con quello che sembra il nome di un Pokemon, e che invece sottintende un legame che sembra tanto quello di due persone sposate.

Risultati immagini per parabatai gif

Parabatai, scelgo te!

Qui siamo nel regno del Trash, puro e semplice. Io continuerò a seguirlo per questo, ogni tanto ci vuole qualcosa di leggero e nonsense nella vita.
La seconda stagione ha un budget un po’ più alto, quindi confido in una migliore qualità, perlomeno negli effetti speciali e nella recitazione di Clary dei ragazzi più giovani.
Detto ciò, vi invito a guardarvi almeno la prima puntata e a farmi sapere cosa ne pensate. Se amate il trash, amerete il telefilm. Se amate gli addominali scolpiti pure. Per il resto…ditemi voi.

Voto: 3/5

Annunci

Storie Infinite – Ottobre 2016

0

libri-fantasy-isola-illyon

Siccome io non ho niente di meglio da fare, ho ideato un piccola iniziativa tutta per voi. in cui siete tutti invitati a partecipare: Storie Infinite, o per meglio dire, il tema del mese!

Ogni mese lancerò un nuovo tema: potrà essere qualsiasi cosa, ricorrenze, personaggi, ambientazioni, cose! E per meglio farvi calare nell’atmosfera, vi darò dei titoli di libri, film, telefilm e addirittura canzoni che si adattino a quel tema.

Cosa succede poi? E’ semplice: durante il mese vi metterò recensioni di libri, film e telefilm che rientrino nel tema, tranne eccezioni (perchè io sono brava e tutto, ma se mi scappa la voglia di quel libro che proprio devo leggere c’è poco da fare.)
Cosa potete fare voi? Quello che volete: potete prendere il tema (con i dovuti credits) e leggere i libri che vi consiglio, o leggerne altri, commentare le mie recensioni, addobbare casa…insomma, come vi pare!

In più, a fine mese farò un post riassuntivo con tutte le recensioni del mese che rientrano nel tema…ma non solo le mie!
Se alla fine di questo post commenterete mettendo il link della vostra recensione, post o quello che è, nel post riassuntivo ci saranno anche i vostri link! Vanno bene anche video, l’unico requisito è che il vostro contributo sia inerente al tema del mese.

Ricapitolando:

  • Ogni mese, all’inizio del mese, pubblicherò un nuovo tema
  • Alla fine del mese pubblicherò un post riassuntivo con i miei post
  • Per partecipare, scrivete un commento a questo post e a nessun altro dando il vostro nick, il nome del vostro blog/canale Youtube e ovviamente il link al video/post.
  • Non potete linkare materiale illegale, pornografico o immorale altrimenti vi mangio.
  • Non ci sono limiti al tipo di contributo che potete dare (se volete fare un tutorial sulle zucche di Halloween, a me sta bene) ma sarà data priorità ai contributi legati alle storie nel senso più ampio (recensioni di libri, film, telefilm, racconti amatoriali, fanfiction e simili)
  • Ognuno potrà postare un solo contributo
  • Ogni contributo dovrà avere la dicitura “Partecipante all’iniziativa Storie Infinite Ottobre 2016 della Biblioteca di Amarganta” con il link a questo post.
  • Avrete tempo fino al 31 Ottobre, quando metterò il post riassuntivo.

Le regole sono passabili di modifiche in caso lo ritenga necessario, sto sperimentando! Quindi ogni mese tenetele d’occhio. Chi non lo rispetta non ha il dolcetto finale (cioè, niente link sul post).

E’ tutto chiaro? Sì? No? Se avete domande scrivetemi pure!
Intanto vi dò il benvenuto al tema di Ottobre:

Halloween!

E’ Ottobre, e Ottobre significa solo una cosa: Halloween!
Scheletri, fantasmi, vampiri, zombie, demoni, streghe…chi più ne ha più ne metta! Halloween è una festa a metà tra un Carnevale a tema horror e un raduno di golosoni a rischio diabete. A chi non piace l’idea di travestirsi da Tristo Mietitore e andare di porta in porta a fare Dolcetto o scherzetto?
E se tra voi c’è qualcuno che si considera troppo cresciuto per certe birichinate (non è vero, è una menzogna!), ecco qualche consiglio per entrare nell’atmosfera senza sentirsi completamente idioti…

Il libro: Intervista con il Vampiro

3245432

Romanzo horror, romanzo gotico, romanzo storico e filosofico, Intervista col vampiro ha segnato l’inizio di una delle saghe narrative di maggior successo mondiale. Con il suo capolavoro, Anne Rice ha ricreato il mito notturno dei vampiro, trasformandolo in una figura oscuramente luminosa capace di incarnare, e di raccontare, i mali, le paure, le angosce di noi contemporanei. In questa sorta di educazione sentimentale è il vampiro Louis a raccontarci le angosce della vita eterna, la condanna a essere ogni notte carnefice. “Avevo venticinque anni quando diventai un vampiro, era il 1791…”

Il Film: La Sposa Cadavere

Quando Victor scappa dalle prove del suo matrimonio, non ha la minima idea che lì, in quel bosco sinistro, lo aspetta una sposa ben diversa dalla sua amata Victoria…
Una storia adorabile, che rimanda in più di un’occasione a The Nightmare Before Christmas, con canzoni allegre, colori morbidi e una trama affascinante, perfetta per chi ama le vicende di scheletri e zombie, ma si è un po’ stufato di vederli recitare la parte dei cattivi.

La Serie: Supernatural

Riti satanici, possessioni demoniache, fantasmi vendicativi, streghe, lupi mannari, angeli e la Morte stessa. In questo telefilm c’è di tutto e di più, in un crescendo di suspance alternato a humor e incredibili rivelazioni.
La storia di due fratelli, Sam e Dean Winchester, cacciatori di demoni e mostri, vi terrà incollati allo schermo per la bellezza di undici stagioni, in cui succederà davvero di tutto.
Un cult, a cui ogni appassionato di telefilm non può rinunciare, perfetto per passare le giornate in attesa di Halloween.

La Canzone: This is Halloween (Marylin Manson)

Che le Storie Infinite siano con voi!

Brividi di terrore – Il Demone Amante

0

Il romanzo più occulto di Dion Fortune, in cui si mescolano logge potenti,rituali mortali e un mago diventato vampiro contro la volontà di chi lo ama…

Titolo: Il demone amante
Autore: Dion Fortune
Prezzo: 17,00 euro
Data di pubblicazione: 1995
Pagine: 300
Editore: Venexia
Trama: In questo thriller occulto, Veronica, la giovane protagonista, viene a sua insaputa reclutata come medium da Lucas, un mago che desidera ottenere dalla sua Fratellanza i massimi gradi di iniziazione che gli sono stati negati. La Fratellanza lo scopre e lo condanna a morte. Rifiutandosi di morire del tutto si aggrappa alla protagonista in uno stato di semi-vita,vampirizzando la sua energia e quella di altri, fino a una serie di drammatici colpi di scena che lo porteranno a scegliere tra le vie del Potere e quelle dell’Amore.

Allora, voglio parlarne seriamente.

Avevo letto solo lodi sperticate riguardo a questo romanzo, un grandissimo romanzo occulto, Dion Fortune svela ancora una volta la sua bravura eccetera.

A me non è piaciuto. Fino a metà circa del libro la storia era sicuramente bella, romantica, con loro due che si conoscono, il loro rapporto atipico che si sviluppa, lei tenera e semplice e lui un figo paura e l’amore che si fa strada nel cuore malvagio di lui…fantastico. Mi ha davvero commosso. Peccato che tutta la seconda parte l’ho letta a forza. Una palla che davvero non finiva più.

Il problema, secondo me, è l’aspettativa con cui si legge il romanzo: se ci si aspetta una storia d’amore, un romanzo d’azione, o anche qualcosa di esoterico ma alle “Nebbie di Avalon”, per intenderci, si resta molto delusi. Tanto più che nella seconda parte di azione non c’è quasi (e in più a un certo punto compare un personaggio così, dal nulla…mi sarò persa un pezzo? O_O).

Invece, se si cerca qualcosa di esoterico ai massimi livelli, questo romanzo può sicuramente venire apprezzato: parla molto di questo aspetto (ho detto esoterismo, non paganesimo) e fa anche dei discorsi abbastanza interessanti, per chi è interessato a questo aspetto della magia (io no, quindi io mi stavo addormentando sul libro. L’ho finito solo per voi, sappiatelo).

Insomma, lo consiglio soprattutto a loro, gli appassionati di magia cerimoniale e occultismo, non certo a chi cerca il prossimo Twilight (anche perchè qui il termine vampiro non è usato nel modo più conosciuto…niente Edwrad Cullen e succhiasangue sbrilluccicosi).

Che comunque, rimane una storia d’amore più bella di Twilight.

Brividi di terrore – Il seme del male

0

Il seme del male

Titolo: Il seme del male
Autore: Joanne Harris
Prezzo: 18,60 euro
Data di pubblicazione: 1992
Pagine: 340
Editore: Garzanti
Trama: “Qualcosa in me ricorda e non vuol dimenticare”
Cimitero di Grantchester, Cambridge. L’iscrizione è nascosta dai rami uniti di un biancospino e di un tasso. È la tomba di una donna: Rosemary Virginia Ashley. Alice Farrell, giovane pittrice in cerca di ispirazione, non sa perché è finita davanti a questa lapide che la mette profondamente a disagio. Una sensazione strana, simile a quella che prova quando conosce Ginny, la nuova fidanzata del suo ex, Joe. Forse si tratta solo di gelosia. Eppure c’è qualcosa di oscuro in quella ragazza dalla bellezza eterea, con i capelli rossi e una passione per i quadri preraffaelliti che ritraggono donne uguali a lei. Cosa si nasconde dietro quegli occhi enigmatici? E perché Ginny di notte fa visita alla tomba di Rosemary, seppellita cinquant’anni prima, ma lungi dall’essere dimenticata?

Joe sei un coglione. Gesù, Giuseppe e Maria.
Ecco, sono più o meno le reazioni che ho avuto alla fine della lettura di questo libro. Per essere un romanzo d’esordio è veramente scritto bene, ma mi è stato sul culo il finale in una maniera atroce che voi non potete capire.
Questo libro mette ansia. Più nella prima parte che nella seconda. Metafore messe in giro che facevo un po’ fatica a seguire, come briciole di pane nel bosco (ahia, ora mi ci metto anch’io).
E’ un bel romanzo horror, quel genere di horror che non è splatter ma un po’ di strizza te la mette: è inquietante.
L’alternanza dei due punti di visto, di Daniel e Alice, aggiunge ritmo alla narrazione, con colpi di scena da una parte e dall’altra, ma devo dire che a un certo punto faceva degli stacchi che non mi spiegavo (o forse sono solo io che sono scema) tra due capitoli dello stesso punto di vista (esempio: Alice è a casa. Capitolo di Daniel. Alice è al lunapark e non è dato sapere il motivo). Insomma, nella seconda metà la qualità cala un po’, ma rimane comunque una bella storia (con un finale che mi sta sul culo, ma oh, non si può avere tutto dalla vita). Un inquietante finale. E non faccio altri spoiler.
Lo stile è bello, se non fosse per quelle metafore ricorrenti di cui a un certo punto ho perso il filo. Comunque è piacevolmente poetico.
Di tutti i personaggi il mio preferito è Daniel, in assoluto, mentre Alice non mi ha entusiasmato particolarmente (ma è sempre meglio di Joe: prego, rileggere frase all’inizio). Comunque sono piuttosto ben costruiti: Lei è inquietante e avrei tanto voluto ammazzarla con le mie mani.
Insomma. Mi è piaciuto, e la Harris si sta rivelando una delle autrici che più mi piacciono, in grado di lavorare egregiamente su generi diversi. Lo consiglio a tutti quelli che amano le atmosfere inquietanti e le fanciulle spiritiche.

Voto: 4/5