Fantàsia – Spada di vetro

 

30048984

Titolo: Spada di Vetro
Autore: Victoria Aveyard
Data di pubblicazione: Febbraio 2016
Pagine: 432 pp
Editore: Mondadori
Trama: Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un’arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un’eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l’amico – che l’ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un’eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri.

Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere.

Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l’avranno indurita per sempre?

Nel secondo elettrizzante romanzo di Victoria Aveyard, la lotta dell’esercito ribelle contro un mondo ingiusto, dove è considerato normale segregare le persone in base al colore del loro sangue, costringerà Mare ad affrontare il lato oscuro che piano piano si è fatto largo nel suo animo.

Ivory-Tower-the-neverending-story-690136_1024_640

Eh. Mh. Oh. Ah. Mbah. Gneh. Ahhhhhh…òh!

Queste sono, in sequenza, le reazioni che ho avuto dopo aver messo giù il secondo volume della saga Regina Rossa della Aveyard. Posso immaginare le vostre facce perplesse mentre scrivo.
Mi esprimerò meglio: mi è piaciuto, ma ho trovato delle cose che mi hanno lasciato un po’ così.
Ricapitoliamo un attimo la situazione: avevamo lasciato Mare e Cal scampati alla morte per un soffio, grazie all’intervento della Guardia Scarlatta, tra cui milita nientemeno che Shade, il fratello di Mare dato per morto, in un colpo di scena che non ha stupito nessuno (non me, almeno). Il secondo libro riprende dallo stesso momento in cui si era interrotto il precedente, con Mare, Cal, Shade, Farley e Kilorn che cercano di sfuggire a Maven e i suoi malvagi scagnozzi prima su un treno sotterraneo, poi tra delle rovine, fino alla salvezza finale.
Da lì in poi è un bordello: Mare e i suoi merryman arrivano in un avamposto della Guardia Scarlatta, fanno qualche conoscenza non molto simpatica, gente che pugnala a tradimento altra gente, nuova fuga verso la libertà e una nuova missione, trovare i novisangue e salvarli da Maven. Parte un reclutamento selvaggio che ricorda tanto gli X-men:

Risultati immagini per charles xavier erik lehnsherr logan

 

Pressapoco.
Succedono poi cose, che porteranno ad altre cose, fino alla cosa finale. Un finale che a me ha lasciato una grande curiosità mista a preoccupazione selvaggia su quello che capiterà a sta povera crista in futuro.

Detto ciò, vi dirò cosa penso di tutto questo.
La trama è bella: era bella nel primo libro (che sinceramente ricordo solo a grandi linee, e la cosa all’inizio mi ha scombussolata), ma in questo ho trovato molta più azione (si nota che mi piace l’azione?) e molta meno politica. Tanta in meno, che la frase che campeggia sulla copertina del libro, Chiunque può tradire chiunque, non la trovo granchè rappresentata. Mi aspettavo pugnalate nella schiena a Mare a ogni piè sospinto, invece ciccia.
L’ho trovato comunque un pochino confusionale, per i migliaia di nomi che si ripetevano qua e là, e a cui non riuscivo a stare dietro: suggerisco un appendice delle Casate come per Game of Thrones, dovrebbe facilitare la vita ai lettori (a me in particolare!).
Lo stile, invece, non l’ho apprezzato particolarmente: ci sono molte ripetizioni di fatti già noti (esempio: Pinco Pallo odia Cal perchè le sue figlie sono morte a causa sua. Cinquanta pagine dopo il fatto viene ribadito). Credo sia stato un modo della Aveyard di rimediare al bordello di nomi e poteri che campeggia in tutto il libro, ma non lo trovo molto azzeccato, visto che appesantisce la lettura: quindi meno nomi, più appendici.
Inoltre, lo trovo troppo concentrato su Mare: va bene che è la protagonista, e la storia è narrata da lei in prima persona, ma mi sembra un po’ esagerato! E’ un piagnisteo continuo quella ragazza, tra sanguinare da sola in silenzionon fidarsi di nessuno, famiglia compresa, a Cal-ti-prego-non-lasciarmibuaaaahhhhMaven e giù lacrime interiori. E se non fa il piagnisteo, si eleva sul suo personale piedistallo a ventitre metri da terra.
Ora: io capisco tutto. Capisco che è la protagonista, che ha un certa importanza nella vicenda e tutto il resto, ma non stiamo un po’ esagerando? C’erano dei momenti che, giuro, la volevo ammazzare.
E tutto questo piagnucolare dietro a Mare toglie spazio ad altri personaggi, potenzialmente molto interessanti, ma che non vengono mostrati a fondo. Compreso Cal, che è comunque quello con più spazio nella vicenda. Rendetevi conto che Cal è il corrispettivo argenteo di Zuko in Avatar The Last Airbender o quasi.

Questo ragazzo non ha avuto assolutamente giustizia, e non solo lui. Anche molti altri personaggi potevano essere trattati molto meglio, in primis Jon, che ha il potenziale per essere un figo assurdo (anche se il suo intervento all’inizio mi ha fatto storcere il naso, a dirla tutta, mi sembrava troppa comoda da parte della Aveyard).

In sostanza, che dire? Alla fine non mi è dispiaciuto, ma non mi ha soddisfatta del tutto: poteva venire infinitamente meglio. Comunque se avete letto il primo leggete anche questo, a sto punto.

Voto: 3/5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...