Ciak, si gira! – Il Libro della Vita

Nuovo appuntamento con Venerdì da cinefili (anche se è domenica. Shshshsh, fate finta di niente).  Vi avverto sin da ora che per le prossime due settimane non pubblicherò nada perchè parto per lo scavo (yeeeeh) e non ho internet (ma anche ad averlo non avrei pubblicato perchè quando lo trovo il tempo?). Ordunque, oggi parliamo di un film di animazione di Guillermo del Toro:

“Tutti sanno che il centro del mondo è il Messico…”

La storia comincia con un gruppo di ragazzini in gita scolastica a un museo. Immaginatevi le facce: annoiate, sbuffanti e sprezzanti. La giovane guida, una signorina dall’aria gentile, li porta in un’ala speciale del museo, a cui si accede da un passaggio mimetizzato nel muro. E tu già dici Wow.
Li porta nell’ala nascosta del museo: il Messico (non si capisce perchè la sala messicana non possa essere visitata dalla gente normale, ma va beh), un tripudio di colori e teschi. Lì la guida mostra ai giovini il Libro della Vita, il libro che contiene tutte le storie, e comincia a raccontare di Joaquin, Manolo e Maria, i tre protagonisti della storia.
L’incipit è classico: i tre sono amici d’infanzia, ed entrambi i due ragazzi sono innamorati di Maria. Vedendo questa situazione, due signori dei defunti, La Muerte (splendida e gentile signora) e Xibalba (vecchio inquietante e subdolo) (A SHIBALBA!)  decidono di fare una scommessa su chi sposerà la ragazza. E via con la storia.

Il film è decisamente bellino: ne ho visti di migliori, ma si difende molto bene. L’animazione è sicuramente particolare, con i personaggi che sembrano delle marionette: è una storia piena di colori, spettacolare e gioiosa, soprattutto la parte nella Terra dei Ricordati, un piacere per gli occhi! La trama parte da una situazione classica (già sappiamo chi sceglierà Maria) ma viene sviluppata in maniera carina: soprattutto Joaquin, viene sì presentato come uno sbruffone, ma non si riesce a odiarlo, è stupido ma non è cattivo e si vede molto bene l’affetto che i tre nutrono tra loro e soprattutto tra Joaquin e Manolo. Bello anche il personaggio di Maria, una ragazza ribelle e forte che combatte in gonnella e non si fa problemi a sollevare il paese contro il terribile bandito Chadal. Ho amato anche i siparietti tra la Muerte e Xibalba, compagni da lungo tempo.
Bello anche il finale, forse scontato, ma comunque apprezzabile. Mi piace che si chiami “Il libro della Vita” e tutta la storia sia incentrata sulla morte, tra l’altro presentata in maniera così allegra.
Insomma, un film godibilissimo per tutti, da far vedere anche ai vostri pargoli.

Voto: 4/5

Annunci

One thought on “Ciak, si gira! – Il Libro della Vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...